Inspirassion

Scegli parole eleganti
188 Avverbi per descrivere come  aspettando

188 Avverbi per descrivere come aspettando

Scambio di affrontarlo, col pericolo di farsi mandare a tutti i diavoli, lo circuì bel bello, gli si fece compagno nelle sue gite per Torino, mettendo fuori ora una parolina, ora un'altra, e aspettando pazientemente le occasioni più favorevoli.

disse finalmente l'Elia dopo avere aspettato invano che il conte parlasse il primo.

l'aspettava ansiosamente, ma pure non senza un certo vago, nuovo timore, che a lui, così impavido, riesciva inesplicabile.

Magari oggi per non aspettare domani.

Ma aspettò inutilmente, e alla fine ritornò in Milano sua patria.

E tu vincerai la massima fra le battaglie della vita, aspettando, aspettando lungamente, aspettando sempre.

Ma io ho trionfato di me stesso, e aspettava, ormai sicuro, dopo molte trepidanze, anzi paure di me, che voi sareste venuta a chieder mercè....

più intenta a munirsi nel porto che altrove, perchè non s'aspettava pronto un esercito ad assaltarla di terra.

Come aspettasse impaziente il mattino, potete argomentarlo, o lettori.

da indi in t’aspetta pur a Beatrice, ch’è opra di fede.

l'aspettavano i compagni:

Non l'aspettavo così presto.

Il prete, codardo quant'era malvagio, non aspettò certamente le zampe del corsiero che lo avrebbero infranto al suolo, ma precipitossi indietro sulla folla d'ogni sesso e d'età, schiacciando donne e fanciulli per salvar la pelle.

Pure, le due repubbliche si guardano in cagnesco... La libertà dell'una osteggia la libertà dell'altrasi accusanovengono alle mani,da ambo le parti si prodiga il sanguee intanto, fra queste due repubbliche che si sgozzano, un prete ed un croato, seduti ad una tavola grassamente imbandita, aspettano tranquillamente l'ora di riprendere lo scettro del mondo.

donde imbarcatosi sulle navi, che ivi lo aspettavano, pervenne per via del mare alle bocche della Kennebec nel Nuovo-Hampshire.

Sino a tardi, essa aspettava:

Io vi aspetto laggiù, per la settimana ventura.

e a rompere quest'ingrato silenzio aspettavo appunto un'occasione di schiarirmi di tutto.

Siamo, fra tutti, un centinaio, e si può affermare che l'Italia non ha mai avuto un'ambasciata più bizzarramente composta, più pomposamente colorita, più allegramente impaziente, più impazientemente aspettata di questa.

La tua cuna, la morbida coltricina ti aspettano invano stasera, ben mio;

...» Gli ho detto che lo aspettavo giù, con la carrozza;

Tutto che questa gente maladetta in vera perfezion già mai non vada, di più che di qua essere aspetta».

con questi la creatura umana può vivere, o almeno aspettare che la scure o l'affanno la uccida.

Bonomo veramente aspettò un poco prima di risolversi al grande passo:

E come quivi ove s’aspetta il temo che mal guidò Fetonte, più s’infiamma, e quinci e quindi il lume si fa scemo, così quella pacifica oriafiamma nel mezzo s’avvivava, e d’ogne parte per igual modo allentava la fiamma;

Dalla signora Merelli, che era venuta a restituirle la visita, ella aspettava trepidante e confusa uno sfogo di infelicità coniugale;

Sciü, sciä ven a Sestri?così si fece incontro a me che giravo un po' lontano dalia piazzuola, e davvero aspettavo la ventura:

Egli aspettava evidentemente d'essere interrotto, ed Antonio, che guardava ora lui ora me coll'intenzione di lasciarlo dire, si arrese impietosito.

Però quando men se l'aspettava la gente, mise in marcia il raunato esercito, e verisimilmente nel luglio dell'anno precedente, partendo egli in persona da Roma, per non lasciar tempo a Pescennio Negro di maggiormente assodarsi in Asia.

Ancor ti può nel mondo render fama, ch’el vive, e lunga vita ancor aspetta se nnanzi tempo grazia a nol chiama».

Perchè il pubblico s'aspettava dall'autore dei Rougon-Macquart una commedia straordinaria, di primissimo ordine;

Forse che Dante, il Petrarca, l'Ariosto per fiorire aspettarono che l'Italia fosse una?

Ormai la felicità li aspettava e quale felicità!

Naturalmente m'aspettavo che Lulù partisse subito per andarlo a trovare.

Ciò non pertanto il congresso non volle troppo affrettare questa risoluzione, ed aspettò ben due mesi, prima ch'ei venisse ad un partito terminativo.

Di aspettava oramai la luce degli occhi suoi, la vita del suo cuore:

Ma in ogni caso vostro nipote non dovrà mica aspettare quel giorno per scuotere il giogo.

Oh! buona Cinzia, mi ha aspettato, sclamai!

D'altronde, ambedue giovani potevano aspettare:

epperò il Pirata, il Figaro e la Fama erano aspettati avidamente e letti da quanti sapevano leggere.

improvviso ancora, disprezzate le leggi di sanità, perchè non voleva che la fama del suo arrivo si raffreddasse, partendo, giungeva nel volubilissimo Parigi, che bramosamente l'aspettava.

potevasi ragionevolmente aspettare, che Washington, inferiore di forze egli stesso al suo avversario, fosse in condizione di poter rimandar all'esercito canadese quelle genti, che per la tregua nata sui laghi erano venute a trovarlo sulla Delawara.

(fingendo meraviglia), Oh! degnissimo signor Basilio, la cosa cangia aspetto sicuramente;

confortiamoci, dico, che anche quaggiù un Mare Rosso¹ aspetti il brulichío delle cavallette storiografe, che si avventano alla buona messe, e fanno duro governo dei nostri campi fortunati;

Tra noi, come altrove, arte, scienza, filosofia, Diritto, storia del Diritto, metodo storico, tutte cose insomma aspettano un rinnovamento, ma l'analisi ci ha troppo sviati perchè si possa da noi sperare di farla stromento all'impresa.

Mentre i curiosi aspettavano pertanto con più tranquillità di vedere l'ultima scena del dramma al pubblico dibattimento, solo il Vérod restava nell'ansia.

Come vide il dottore, non si rizzò, gli fece un saluto ed un cenno perchè aspettasse alquanto e non si movesse.

Ma gli altri quattro commissarii, che vanamente avevano aspettato cavare un construtto da questa cantafera, e che fosse infine venuto ad una conchiusione sul fatto del campione, si tediano, e lasciandolo a predicare, si tirano da un lato per giudicare la bisogna fra di loro.

simili a due cani che separati nel fervor della rissa, si ritirano rangolando ciascuno sotto la seggiola del suo padrone, e col dimenar delle code, e col movere delle orecchie e col girar degli occhi infiammati danno a divedere che aspettano solamente l'istante opportuno a saziar la mutua ira per iscaglirsi l'un sopra l'altro.

Pure aspettavano confidentemente il benefizio del tempo, e preparavano, non con ischiamazzi e con grida, ma con un parlare a tempo, ed anche con un tacere a tempo, i semi alle future cose.

e, pervenuti in Alessandria, e ogni sforzo fatto a dover resistere ad Ottaviano, lui vegnente aspettarono.

- Ma quel demonio nïente l'aspetta, Anci pariva dal vento portato.

Coloro che credevano nel Rabbì ne aspettavano infine una manifestazione che loro desse confidenza, e li ponesse in grado di respingere il ridicolo di cui i loro nemici li coprivano.

Salite a cavallo, e partite di galoppo... Cioè... aspettate!

Aspettate e fate aspettare gentilmente, fino a che non riceverete notizie positive da Londra.

Ditegli, che vederne omai s'aspetti, Ne le viscere sue più certa pruova; E quando d'assalirne ei non s'affretti Verrò non aspettato ov'ei si truova.

Onde ormai tutte le genti da tramontana, ponente, e mezzodì posero il campo al castello, fortissimo ancorchè in piano, ma scarso d’acqua e mal vittovagliato da Rinaldo, che sognando conquisti, non s’aspettava pronto addosso il nemico.

vi stava aspettando il signore di Lautrec, il quale aveale mandato a dire sarebbe entrato in chiesa addirittura, e lo aspettasse.

E la povera Ketty pallida e tremante aspettava la risposta di d'Artagnan.

Perciò appena ho aspettato il giorno, ed eccomi a portartela.

I più temperati, ed erano il maggior numero, avvisavano, non doversi movere cosa alcuna, ed aspettavano quietamente quello che portassero i tempi.

Ed io che vi ho aspettato finora sotto i portici del Teatro!

Si aspettava costui un gran premio per questo, e, non veggendolo comparire, cominciò ad inquietarsi e ad inquietare Leone stesso, in guisa che insorsero sospetti che meditasse di farsi proclamar imperadore colla rovina d'esso Leone Augusto;

ma speriamo che sia voce bugiarda. Speriamo che quanti si sono dati al Piemonte, non aspetteranno oziosamente da esso quel ch'e' dice chiaro di non poter dare per ora, sapranno stringersi tra loro, e fare onoratamente da .

Il Gesuita, vecchia conoscenza nostra, ed uno dei neri conduttori di questo infelice popolo, considerando che inutile era opporsi alla foga plebea dell'epoca, continuava, come già abbiam veduto, a seguitar la mandra adulando, eccitandola agli eccessi, ed aspettando comodamente il giorno in cui potrebbe venderla al macello.

Queste faccende ti aspettano, e metteva la mano fra quel mucchio di carte che erano sulla tavola;

cosa, che poco si doveva aspettare, massimamente in quell'età da quegli uomini trauzeschi, e si unirono in una compagnia, che fu denominata la compagnia dei vecchi.

Non avevo più niente da fare, fuorchè aspettare.

e che ad essi rimaneva la sola alternativa o d'incontrarlo coraggiosamente in campo, o di aspettar vilmente i tormenti e la morte ignominiosa, riservata ai ribelli infelici.

Probabilmente altresì voleva aspettare il fine delle negoziazioni che sapeva intavolate a Noyon tra il nuovo re Cattolico e Francesco I, e ritirossi a Peschiera, del qual luogo le sue truppe guastavano i territorj di Verona e di Mantova;

chè, non aspettato lo scontro, diciotto galee di Napoli, Sorrento, e Principato diersi a fuggire;

che non solo era la sua più cara speranza, ma che era la salvazione della sua dignità di donna, l'assoluzione dei suoi errori trascorsi, la vecchiaia percorsa senza più sentire rimorsi, aspettando serenamente la morte.

Chiaritosi incapace di crearsi la propria opportunità per agire, il Partito l'aspetterà inevitabilmente da essa.

La famiglia stessa aveva preveduto che le sue proposte sarebbero state respinte, e non s'aspettava affatto che il dottor Alemanni potesse compiere un miracolo e condurre Brunello a casa.

El campo regio ancora non era mosso, steva su pratiche o di andar a San Martino sul Savio, o vero al fiume di l'acqua appresso Bertinoro, aspettando zente et favor di Forlì, come sperava di haver.

Ti ho aspettato apposta per consegnartelo subito.

e poichè aspettano l'estremo cimento, fate che esso sia l'estremo per loro».

I funzionari non lo aspettarono neanche.

A questa vista gli altri, quelli che non erano passati, non si tennero più, e incominciarono a scalare il reticolato, appoggiandosi ai paletti, appoggiando il piede all'incrocio molleggiante dei fili, facendosi poi porgere i fucili lasciati ai compagni che aspettavano indietro.

La sua verginità non è più che l'attesa del matrimonio, il suo cuore vuoto come un'urna decorativa aspetta indifferentemente qualunque fiore.

Il vecchio generale austriaco, che l'aspettava ingenuamente a Ventimiglia, tardi pentito s'affretta intrepidamente alla battaglia;

Ferdinando mi aspettava innocentemente....

cogli occhi fissi aspettò intrepidamente il momento di ministrare il salutare rimedio.

eppure bizzarramente, egli ne aspettava la risposta, egli riprendeva a scrivere, rimproverando dolcemente l'amata.

e benignamente aspettato tre giorni;

Isacco m'aspettò più di un'ora per alcune sere di seguito dinnanzi all'ingresso principale.

Ben si aspettava una tale risposta Girolamo Martini, quindi di rimando:

Finalmente si trovò modo di far seppellire Enrico dentro un'arca di porfido nel Duomo di Palermo, dove attualmente aspetta il giudizio di Dio.

Il tono di voce con cui l'amabile luogotenente pronuncia queste parole, il sorriso di compiacenza che gli sta sul labbro, e l'atto cavalleresco, ma compassato, dicono molte cose, e prima di tutto ch'egli è stupito di quanto vede, e poi che alla sua volta si aspetta legittimamente di cagionare alla bella un magnifico stupore.

Se non che costui, aspettando legittimamente le parole sacramentali:

solo quelle nuvole oscillavano lentamente aspettando un soffio di vento per proseguire il loro misterioso viaggio.

assolutamente aspetti! E mi volle porgere un lùcido biglietto da cinquanta lire.

L'oste, che longamente m'haveva aspettato credendosi ch'io fussi digiuno, incominciò à burlarsi di me.

La sua pena ha fornita, e il nunzio aspetta Che lontan da le nostre ombre la porti.

Tali io imagino quelle che m'aspettavano nell'ora lucente.

io vi condurrò meco, noi ci nasconderemo e aspetteremo assieme.

il battello a vapore mi aspetta, fra un’ora sarò molto lungi da voi;

Assalito, aspettò da valoroso e manesco qual era, ma nella zuffa perdè la vita.

Difatti dopo di aver aspettato ardentemente che la giornata volgesse al termine, egli era convinto in cuor suo di arrendersi per deferenza, per atto di generosità;

E in quanto dice i suoi cibi essere carni di vipere, dobbiamo intendere la crudeltá de suoi pensieri e de suoi divisi appetiti, de quali, miseramente aspettando, esso pasce la dolorosa anima.