Inspirassion

Scegli parole eleganti
130 Metafore per  pietre

130 Metafore per pietre

Quella pietra preziosa era per me quasi un attributo della sua bellezza, come i suoi occhi oltremarini, come le vene azzurre delle sue tempie, come il rosso crudo di cui ardevano le sue labbra.

questo deserto è un supplizio, in paragone del quale le vostre pietre e le vostre croci sono dei baci.

La pietra, la tela, le travi, la terra, per un raggio di qualche metro sono color canario e mandano un puzzo irritante e acre.

Questa pietra è, dicesi, quella che fu fatta inghiottire a Saturno invece del figlio e che poi in questo luogo rejesse.

«E certo sono di ferma opinione che le pietre che nelle mura sue stanno siano degne di reverenzia;

Non fu giá pietra in quelle mura (pensi un cor gentil ch'esser dovea la madre!) che non s'intenerisse ai forti intensi gemiti del fanciullo, a le leggiadre rime di que' cantori.

Ma devo forse interpellar le pietre del mio castello se mi piace di farlo crollar su di me?

Allorché tu vedrai addentro in queste dottrine, e ciò non sará per via delle gazzette, imparerai come i confini del bello poetico siano ampi del pari che quelli della natura, e che la pietra di paragone, con cui giudicare di questo bello, è la natura medesima e non un fascio di pergamene;

Ogni avvenimento, ogni individuo, ogni pietra di Firenze fu oggetto di lunghi studi, di dotte ricerche.

Dato che la pietra sia del peso di 600 o 700 grammi, prendete altri 30 grammi di burro ed un'acciuga grossa o due piccole, nettatele, tritatele e schiacciatele colla lama di un coltello insieme col burro e formatene una pallottola.

e nulla toglie che la tradizione riferisca il vero, e che la sacra pietra sia un pezzo di areolite o prodotto di eruzioni vulcaniche, sapendosi che ne siano avvenute in varii tempi alla Mecca.

Avendo domandato il signor Giacomo che cosa tutto ciò significasse, gli fu risposto che la pietra catochite era una pietra come vedeva, cuba e ferrigna, glutinosa a modo di pania, di cui avrebbe incontrato copia a Origlia sotto la torre di Seneca:

La pietra è nel pozzo.

le pietre, le lancie appuntate, i fendenti delle spade, fan mala prova su lui, che para quella tempesta di colpi collo scudo levato.

Pietra scolpita centrale della Porta detta dei Leoni a Micene 30 10.

Queste pietre sono di varie specie d'ardesia, di pietra calcarea, o di marmo grossolano.

ma sarebbe giunto fuor di tempo, perchè la pietra spinta innanzi dagli sforzi di Bracy, era all'istante di perdere l'equilibrio, allorchè la voce del Templario gli arrestò il braccio quando stava per darle l'ultima spinta.

se la pietra tasia, un tempo raro spettacolo in qualche tempio, non circondi le nostre piscine, ove tuffiamo i corpi esinaniti dal sudore;

che le prime pietre poste nei fondamenti fossero tinte del sangue di ambedue loro;

La notte Nella marmorea nicchia immota e bianca, Qual se le pietre innanzi a lei sien tolte, Ricomparisce in atto di preghiera E lieve lieve....

Questa pietra è di tale vertude, come Iddio l'à dato, ch'ell'è buona incontro a tutte malizie al corpo, di gotte.

terzo stato perfettissimo, filiale, 106; che ha in due gradi di perfezione, 141; chiamati stati unitivi, 173, 174 Questo ponte è murato, e le sue pietre sono le virtú, 52 Levato in alto, non si partí dalla terra.

Infine Pietro Leopoldo la abolì il 15 luglio 1782 «usando dei mezzi che la podestà suprema ci somministra per mantenere e difendere la nostra santa religione nella sua purità»;

Pietro Per me, oramai, è come l'acqua.

ebbe ancor ella suoi Vescovi antichi, e lungo di lor catalogo ne tessè Beatillo, incominciando dall'anno 347 fino all'anno 800, nel quale egli dice che Pietro Longobardo affine di Grimoaldo Principe di Benevento fu eletto Vescovo di Canosa, il qual egli crede che fosse l'ultimo, poichè ei soggiunge, che fu poi la sua sede innalzata in metropoli nell'anno 818, ond'egli fu l'ultimo Vescovo, e 'l primo Arcivescovo di Canosa;

ma Pietro Azario aggiugne che Luchino, voglioso di sottomettere la città di Genova al suo dominio, fece lega coi fuorusciti, cioè coi Doria, Spinoli, Fieschi e Grimaldi, e spedì un grosso esercito allo assedio di quella città sotto il comando di Bruzio suo figliuolo bastardo, e di Rinaldo degli Assandri di Mantova;

Ma Pietro non era però tant'allegro, perchè pensava, che aveva preso un'altra moglie e non sapeva come rimediarla.

Pietro de' Petroni Certosino suo amico.

Portata questa disgustosa nuova a Genova, si sollevò gran rabbia e tumulto in quel popolo, tardò quel doge Domenico da Campofregoso a mettere in ordine una possente armata marittima, di cui fu ammiraglio Pietro da Campofregoso, fratello del doge, per passare in Cipri a farne vendetta.

Pietro (la cui voce va avvicinandosi) L'amor che pósi in te! Non ti scordar di me! Non ti scordar di me!

Una delle maggiori accuse che Pietro Leopoldo appone a i Minori Osservanti, è che «il lettore pone per principio che il governo della Chiesa è monarchico, e che il romano pontefice ne è veramente il monarca.

Pietro trovollo ch'era l'aria bruna E dando ai suoi lamenti un gran ristoro, Gli dicea:

Pietro si asciugò gli occhi, fece forza per vincersi, per non dar troppa pena alla buona Evelina.

Di Pietro partissi di repente E la bella aspettò che uscisse fuore.

[404] Pietro Balsamo, soprannominato Carino, fu l'assassino di Pietro da Verona;

Infatti Pietro venne di comune assenso eletto il giorno 8 dicembre del 1450.

Pietro Siculo autor della Storia dei Pauliciani 509 890.

Pietro Martire, milanese, era il ballerino stipendiato dal duca Ottavio Farnese in Roma sotto il pontificato di Paolo III.

ma biasman Pietro d'aver preso il regno dalle mani de' ribelli, e averli sollecitato per messaggi dopo la rivoluzione.

Pietro Romagnoli calzolaio;

Fra i più prossimi amici di Alessandro, Giovanni Lopez fu suo Datario, Pietro Garanza e Giovanni Marades furono suoi camerieri secreti.

L'avarizia di Ferdinando, che mai non aveva voluto pagare la taglia del suo illustre capitano Pietro Navarro, fatto prigioniero nella battaglia di Ravenna, somministrò ai Francesi un eccellente capo per formare l'infanteria basca.

Pietro degli Albizzi, Lapo di Castiglionchio e Carlo Strozzi erano capi di questa fazione.

I, pag. 270, dice espressamente che, per l'assenza degli arcivescovi di Palermo e Morreale, Pietro non fu coronatu si non chiamatu di lu populu.

Per Pietro fu un terribile colpo.

Pietro de' Medici compera Sarzana e Sarzanella 349 1465 Giugno.

Pietro Fregoso ed il consiglio della repubblica si erano, sempre di concerto con Calisto, rivolti ai più lontani principi, per ridurli a mandare ajuti ai Cristiani del Levante;

Io non ho nulla da perdonarti! Pietro La tua incoscienza è la mia peggiore condanna!

"Pietro Guerrazzi mio congiunto, nelle scienze fisiche peritissimo, roso dalla domestica malinconia, preso dal tedio degli uomini, venne in pensiero di uccidersi.

Ora, Pietro Mascagni appunto è un continuatore degli operisti popolari.

Diverso anche in ciò da Leone il quale attingendo notizie ad altre fonti componeva sempre di suo il racconto, Pietro spesso copia brani d'altri scrittori e li innesta colle stesse loro parole nel libro.

Pietro martire (s.)Scrive il «credo» col suo sangue, 377.

Sotto questo medesimo anno racconta il Dandolo che Pietro Candiano IV doge di Venezia, insieme con Buono patriarca di Grado, con Pietro vescovo di Olivola, ossia di Venezia stessa, con Giovanni vescovo di Torcello, e con gli altri vescovi, clero e popolo, rinnovò il decreto già fatto da Orso I doge, di non far da innanzi mercatanzia degli servi ossia degli schiavi cristiani.

Saputo poscia che Pietro novello duca di Roma avea scritto alla corte contro del papa, il cacciarono fuor di città.

I due Collegi de' Cardinali procedettero poi all'elezione d'un legittimo Pontefice, secondo il decreto del Concilio, ed elessero Pietro Filargio di Candia, nomato il Cardinal di Milano, dell'Ordine de' Frati Minori che prese il nome di Alessandro V.

Pietro Caravita, pur famoso Avvocato di questi tempi, ch'era emolo del Moles e lo superava in dottrina, ma di lunga inferiore nell'arte del dire, non d'altro il censurava, che dell'impararsi a mente il discorso:

Quindi è da lasciar da parte, anche per questa ragione, il santo eremita Pietro da Morrone.

nulladimanco vi fece dichiarare ch'egli ed i suoi predecessori erano stati canonicamente eletti, e che non solo Pietro di Luna, et quelli che l'aveano preceduto, ma eziandio Pietro di Candia nuovamente eletto, erano intrusi, e che non aveano avuto alcun diritto al Pontificato.

In questo mentre Pietro Strozzi con ordine e danaro del re Cristianissimo assoldò alla Mirandola sette mila fanti con una compagnia di cavalli, e si mosse verso Milano, passando anche il Lambro, per isperanze dategli che que' popoli troppo aggravati si ribellerebbono.

Non vi diss'io che Pietro d'Aragona è uno fellone briccone?

Pietro e Girolamo Riario erano figli di sua sorella.

Questo Pietro fu figliuolo di Pietro Leone cardinale;

Infatti, il giorno dopo, quando venne il dottore, Pietro Laner era presso la finestra, sdraiato in un vecchio seggiolone, imbacuccato in uno scialle, colle gambe avvolte nelle coperte.

Pietro essere il fonte di tutti i rivi, lui il fonte di ogni ecclesiastica potestà;

Pietro suo fratello (circostanza sinoggi ignorata), ed egli forse stimò bene evitare una dichiarazione, la quale avesse potuto sembrare difforme dalla dichiarazione che questi suoi parenti avrebbero fatta;

Pietro Il vostro nome è una garanzia.

le era balenata l'idea, come un lampo, che Pietro doveva essere in giardino ad aspettarla, e uscì di colpo.

Ah, quel Pietro era davvero un bravo giovinotto, come, battendo forte sull'aggettivo, lo aveva chiamato suo padre.

Pietro la guardò, l'osservò bene:

Ferito in molte parti del corpo, e rovinato giù da una balza, guariva invece Pietro di Ledesma, il forte nuotatore che tuffatosi in acqua dalla nave di Colombo, aveva superata la barra del Betlem, giungendo alla piccola colonia dell'Adelantado, e riportandone per l'istessa via le tristi notizie al signor Almirante.

Pietro Folengo era un imbecille, nonostante i suoi favoriti bianchi da diplomatico.

XXXVII Dite, che Pietro a contrastarmi impero Colà presuma, e perturbar mia pace, O questo di Savoia alto guerriero Poi che de l'armi sue tanto è seguace;

Pietro Martire ingegnossi d'indur il Biandrata all'unità della Chiesa, e con pura e sincera mente soscrivere alla formola sanzionata;

Pietro Damiano insigne cardinale e scrittore:

Ma non è da tralasciare che Pietro Stefano istesso portando in volgare questa iscrizione, traduce queste parole:

Pietro Groppi, è una assai lunga lista degli uomini illustri che ivi ebbero i loro natali:

Pietro era lor principe;

Io PIETRO PAVOLO CASTELLANO mano propria.

, e nell'esergo [SC[P. P.]SC] Pietro Pasta massaro.

si dee tacere, che circa questi tempi Pietro Alessiovitz czaro di Moscovia, ossia della Russia, principe di mirabil comprensione, e di straordinarie massime, prese a viaggiare incognito, ma cognito quando voleva, per imparar le arti europee, e spezialmente quelle della marinaresca.

Pietro Polano doge di Venezia ne era mediatore, e venne anche per questo un'ambasceria de' Greci in Germania.

e voi ancora Per qual cagion veniste qui abitare? Credon che Pietro sia di mente fuora A quella gran stoltezza di parlare, E benchè dica liberar li vuole Non però danno fede a sue parole.

Quei grandi artisti del cinquecento, voglio dire il Vecellio, il Sansovino, lo Schiavone, il Tintoretto e quel grande ludibrio che fu messer Pietro Aretino, si muovono in una scena sfarzosa, piena di colori, e parlano un linguaggio che arieggia il classico del Vasari e del Cellini.

All'atto insolito e inaspettato, il primo pensiero di messer Pietro fu di metter mano alla spada e di castigar l'arrogante che ardiva afferrare le redini del suo palafreno.

Pietro non era un milionario, ma il capitaletto che gli aveva lasciato lo zio "quell'eccellente don Giacomo (e sempre a questo punto anche il prete alzava gli occhi al cielo e sospirava) gli poteva servire per i primi bisogni e, al caso, per una cauzione in una Banca.

Pietro la mira, ed arde nella mente E gli stimola in cuore un santo onore.

Eppure se eccettuiamo Lodovico da Vittoria (1540-1613?), spagnolo di Avila, direttore della Cappella Sistina, che gli è quasi pari, nessuno dei contemporanei e posteriori seppe raggiungere Palestrina, perchè la sua arte è troppo personale e quasi troppo soprannaturale per venir imitata od essere suscettibile di progresso nello stesso ambito e già Pietro della Valle la chiama monumento da museo (1640).

Pietro Della Valle poi, nel suo raro e curioso libro Sulle conditioni di Abbas re della Persia, stampato in Venezia nel 1628, narra che la conquista del Laristan, che è la chiave del golfo Persico, sia stata fatta da quel re per eccitamento dei Veneziani che dimoravano alla sua corte, e dei quali altamente i consigli apprezzava.

quando, dico io, fosse ciò vero, e le mire sue andassero a far passare la corona di Napoli in esso Pietro suo nipote, come scrisse il Simonetta;

, Pietro Serafini era un nome d'invenzione:

Pietro Colletta, fine osservatore, nota che il generale Pepe «sconciamente imitava le fogge e i gesti di re Gioacchino.

se Pietro s'ostini, chiamisi al regno il figliuolo;

Pietro Tranci (era suo padre, contadino), Nato in povertà, Seppe collo studio e colla perseveranza Acquistarsi un posto segnalato fra i dotti, Soccorrere genitori e fratelli, Degnamente educare i figli.

Quindi ci passaron daccanto Pietro Folengo ed Ettore Caccianimico, a braccio:

Pietro De Luca può benissimo piacere.

Io non sono così tristo cristiano per ignorare che Pietro fu la pietra sopra cui si fonda la Chiesa, contro la quale non prevarranno le porte dello inferno, bensì dubito, rimettendomene sempre all'autorità dei miei superiori, massime alla vostra, che la navicella di San Pietro diventata galera abbisogni di qualche altra vela, e di parecchi remi di rinforzo.

] »Pietro di Cosimo pittore »Lionardo da Vinci »Pietro Perugino in Pinti pittore »Lorenzo di Credi pittore »Bernardo della Ciecha legnaiuolo.

Pietro Metastasio è il poeta decoratore, che colorisce liberamente la storia ed il mito, che li converte in un ludo scenico di passioni effusive e canore, destinato ad esaltare la sentimentalità fantastica;

si vuol tacere che il medesimo Bosone (non se ne sa il pretesto) avea ritenuto nell'anno precedente Leone, nipote di papa Giovanni VIII, e Pietro, amendue vescovi e legati, spediti da esso pontefice alla corte dell'imperador Carlo:

Pietro (giubilante e affaccendato) Caro signor conte, voi siete un portento... voi siete un prodigio....