Inspirassion

Scegli parole eleganti
9755 frasi di esempio con  sogniamo

9755 frasi di esempio con sogniamo

Oh più larga e più grata la canzon pel vermiglio vespero si diffonde dove nullo è il periglio e le Dame gioconde! Or su, per le quiet'onde alla patria sognata!

Vicenzino, colla mente confusa dalla eccessiva debolezza, senza voce per parlare, sentiva dolcemente quella tenerezza da amico, e la confondeva nel suo pensiero coll'altra tenerezza lungamente sognata;

Come l'hai sognata la Fidanzata del Timballiere?

ma tenendosi abbracciate, sognarono insieme che le nevi erano già scomparse, che i sentieri si coprivano di rose... PARTE TERZA MISTERO.

il Gran Caffè e i suoi tavolini, allargantisi sulla via, e i molti avventori erano avvolti in un chiarore fantastico, e le donne recavano con lentezza il cucchiaino del sorbetto alle labbra, o agitavano il ventaglio pian piano, con gli occhi sgranati, quasi sognassero.

Dunque sogniamo ed amiamodisse tra , quietandosi.

Come la maggior parte di coloro, che sognarono la conquista del mondo, egli aveva camminato povero e solo.

i meno sognarono una reazione papale iniziante un governo più largo d'impieghi ai devoti e di stipendi alle spie.

Quello che dissero e quello che sognarono per l'Italia?

Tu sei la più buona e la più dolce creatura che io abbia mai sognata:

Ma Damiano sentiva che non avrebbe potuto piegare il collo con rassegnazione ad una vita così diversa dalla vita vagheggiata e sognata per tanto tempo;

costoro non si sognarono neppure di vedere il dito di Dio nella morte d'un uomo, a cui essi avevano stretta tante volte la mano, a cui avevan ripetuto di professare stima e amicizia.

Sul suo capo costoro[ooro] non si sognarono neppure di vedere il dito terzo tornò, rincantucciato in una sconnessa[scom

Maddalena ed Elisa intanto, non cessavano dall'aprire e chiudere quei tre astucci, senza arrischiarsi a metterli in opera, e la notte sognarono di brillanti a palate grossi siccome noci.

"Dormiamo, sogniamo ancora.

Ma se una felicità compiuta non si ritrova in nessun luogo, neanche dove io l'avevo sognata, bene mi sarà lecito di desiderare che la vita sia più ricca d'ideale, e che un'acqua novella, se pure non ci si debba vivere accanto con oraziana serenità, rinfreschi e purifichi le nuove generazioni;

Ma noi sogniamo, o siamo desti?

L'altra riva del Piave tanto sognata, desiderata, invocata, abbracciata dalle nostre anime!

Forse, anzi senza il forse, l'alleanza vostra coi Baldovini sarà più utile ai Guerri che non l'altra, sognata da questi montanari con noi.

e mi era impossibile di realizzare sotto al piccolo tetto domestico la felicità della pace perpetua, sognata da certi filosofi per l'umanità tutta intiera.

aura tra foglie, vena garrula d'acque, musica sognata....

Ed essi sognarono allora vïolentare le tue labbra smorte:

sognarono il gesto feroce, lo stupro terribile, o Morte!

Ed essi sognarono allora vïolentare le tue labbra smorte:

sognarono il gesto feroce, lo stupro terribile, o Morte!

certo in sua vita, le mamme lo additarono ai bambini per indocilirli e questi lo sognarono durante gli incubi delle indigestioni.

Il favoleggiato prete Janni, la sognata Antilla e l'inganno ottico dell'Isola di San Brandano, scopriranno un nuovo mondo, e la sete dell'oro sfrutterà la scoperta.

e sognarono d'essere cosí, stretti l'uno all'altra.

gli Dei sono sazi di respirare sangue e fuoco, e non è con un sacrifizio umano che si schiuderà agli uomini la feconda e pacifica landa sognata da Faust.

è una Venere carnale che sogniamo coricata vedendola in piedi.

La notte mi sono sognata la contessina.

Alberto non gli lasciava nemmeno terminare quelle parole, e colla mano od anche meglio gli chiudeva la bocca strignendosela al seno, l'assicurava, e diceva il vero, che la felicità di possederla era incomparabilmente superiore a qualunque altra ch'egli avesse sognata o potuta sognar mai.

a questa sognata deità eresse anche un tempio in Roma.

(Legge:) ... darà a la vita mia giovane e stanca la morte che, sognandovi, ho sognata?»

la vostra immagine che move dall'alto e scende a me più luminosa del sole, e più gentile e pura e bianca d'una bianca colomba immacolata, darà a la vita mia giovane e stanca la morte che, sognandovi, ho sognata?» Punto interrogativo!

Clara «La morte che, sognandovi, ho sognata?

Era questa tragedia quella che lei aveva sognata, forse?

E quella enormità pallida e inerte mi risuscitò nell'imaginazione non so qual figura sognata di vecchia imperatrice bisantina, al tempo d'un Niceforo o d'un Basilio, pingue e ambigua come un eunuco, distesa in fondo alla sua lettiga d'oro.

La fontana di Trevi è veramente prodigiosa, non par vera, pare una cosa sognata, una cosa da giardino fatato, letta nelle Mille e una notte.

Il popolo rimase freddamente sdegnoso, molti dell'aristocrazia si prosternarono, i congiurati sognarono ancora una volta di rapirlo.

la nuova Camera, da lui sognata tutta piena di rappresentanti decisi a sciogliere magari con una guerra nazionale alla Francia il problema di Roma, risultò invece poco diversa dalle altre, sebbene ostile al ministero.

« nella tua camera, sui tuoi guanciali, dove tante volte mi hai sognata, stasera mi ritroverai.

Può darsi che parte di tanti vizii non fosse sognata, ma più verisimilmente ancora si dee credere che con alcune verità sieno mescolate molte calunnie.

Si sa inoltre che egli avea minacciato un fiero scempio ai cristiani, tornato che fosse glorioso per la sognata vittoria de' Persiani.

e se nella decisiva battaglia di Fano, gli Alemanni sognarono di vedere un'armata di spettri, combattenti in favor d'Aureliano, egli ricevè un vero ed effettivo aiuto da questo immaginario rinforzo.

In Creta, gli antichi pagani sognarono che innocente o casto fosse il mondo.

E quei quattro fiumi scendono dal luogo dove gli uomini sognarono il Paradiso terrestre dal quale discende veramente il quinto.

E quand'ella parla dei poeti che sognarono l'Eden, Virgilio col suo alunno Stazio sorride, mentre l'altro alunno si rivolge tutto a loro.

Nel sonno de l'inverno, sotto il candido Lenzuolo della neve i fior sognarono, Sognaron l'albe roride e gli splendidi Soli e il tuo viso, o Lalage.

Erano isole, se non deliziose e frequenti, come alcuni sognarono, non abbandonate e squallide, come credettero altri, e abitate e conosciute dai naviganti del tempo romano.

A venti anni noi sogniamo una commedia, un romanzo come le ragazze un marito, ma queste se ne pentono appena accalappiatolo, e noi scritto il primo ci accorgiamo che il secondo sarebbe ancora più imperdonabile.

Le case non hanno più sale per la voluttà e non hanno più statue... Dimentichiamo e sogniamo... La sala è rotonda.

Ebbene, perchè non sogniamo?

Sogniamo, contessa:

Se non che quella vita, tanto sognata, finì presto per mortificargli, colla passione della musica, la squisita sensualità artistica.

L'ho sognata questa notte.

Ebbene questa notte l'ho sognata tal quale.

A capo di questi giovinetti erano Giovanni Selva e Romualdo, e la schiera componevasi di quei generosi ed imprudenti congiurati, i quali, secondo il primitivo progetto della cospirazione, quella sera medesima dovevano compire nel Teatro Regio un atto così importante della preparata e sognata rivoluzione.

ch'ella non si era mai sognata di chiamare il medico per l'emicrania e che non era così pazza da uscire a quell'ora col mal di capo;

l'omaggio più gradito, l'attenzione sempre sognata e mai ottenuta;

Amici solo del vero, e rinunziando alla spuria gloria di aver ammaestrato Platone e Pitagora che alcuni Padri sognarono in favore dell’Ebraismo, ci acquistiamo il diritto di ripudiare egualmente una non meno falsa sentenza;

sognarono un eterno statu quo, assumendo in comune la speciale missione di combattere le idee di libertà e nazionalità.

io l'ho sognata le mille fiate questa solitudine, rallegrata dai più sacri amori della terra:

In quest'anno adunque 1047 la regia Casa normanna cominciò a sottoporsi ad investitura, ed infeudazione non già da' romani Pontefici, i quali a questi tempi non si sognarono di pretenderlo;

Queste mondane vicende recarono a' Veneziani la loro libertà, non già patto, o convenzione alcuna, siccome alcuni sognarono, esser seguita tra gl'Imperadori greci, e que' di Occidente della linea di Carlo M., dicendo, che questi per porre fra di loro un confine stabile e fermo, avessero dichiarati immuni, e liberi i Veneziani dall'uno, e dall'altro Imperio, siccome scrisse il Sigonio;

Alcuni sognarono, che Manfredi si fosse fatto anche incoronare Re di Puglia in Bari colla corona di ferro, siccome dissero di Errico e di Costanza;

onde non è punto vero ciò, che alcuni Scrittori sognarono, che Carlo I d'Angiò istituisse i Seggi in Napoli, come ben a lungo, e coll'autorità di pubblici ed antichi monumenti dimostrò il Tutini.

ma siccome da noi fu altrove detto, questa coronazione di ferro in Bari è tutta sognata e favolosa.

Così in varie truppe uniti andavan cercando questi sognati avvelenatori, ed avendo incontrati due soldati del Torrione del Carmine (affin d'attaccar brighe, che poi finissero in tumulti) avventaronsi sopra di essi, imputandoli d'aver loro trovata addosso la sognata polvere.

ma poi que' Re non si sognarono più di cercarla.

Ma da poi gli altri Re d'Inghilterra non si sognarono in conto veruno cercarne più investitura, fu più praticata.

l'azzurro cielo e il bronzo cupo dei cipressi, s'innalza la più immacolata e gigantesca mole sognata da questi sultani amici del candore.

Le menti degli esuli nelle veglie ardenti quante volte sognarono di seguire il piano di Ruffo per una causa opposta!

i bei fatti d'arme, le ritirate, i ritorni e la entrata inverosimile in Palermo e la vittoria finale più inverosimile ancora, furono il meraviglioso dell'epopea garibaldina, e già fin dallo stesso momento che finiva pareva una cosa antica quasi sognata, anche a chi l'aveva vissuta.

Gli scultori del '400 avevano adunque dello scarpello una sicurissima pratica, quale non ebbero, sognarono pur d'averla, gli antichi.

Sognarono ancora ch'egli non era atto a soddisfare ai doveri del matrimonio.

mancarono maligni che sognarono, secondo il solito, abbreviata dal veleno la di lui vita.

Sognarono alcuni che don Carlo cominciasse o accrescesse l'izza sua contro il padre al veder presa da lui vecchio per moglie Isabella di Francia, che conveniva molto più a lui giovanetto.

Il disegno del fiorentino è ripreso poco dopo da un favorito del monarca, da Filippo di Brion-Chabot, che al desiderio di raggiungere la meta invano sognata dal Verrazzano accoppia lo zelo di convertire alla chiesa cattolica gli infedeli del nuovo mondo per compensarla delle anime sottratte a lei dall'eresia di Lutero e di Calvino:

Ora qui si aprì il campo alle dicerie dei politici, che sognarono misteri segreti nel duca di Savoia, senza far mente alle vere cagioni dell'infelice riuscita di quella impresa.

Sognarono altri ciò proceduto dall'aver egli sposata nel 12 del precedente agosto la vedova contessa di San Sebastiano della nobil casa di Cumiana, dama di cinquant'anni, per avere chi affettuosamente assistesse al governo della sua sanità, e non per altro motivo;

Perchè le truppe Franzesi aveano quivi preso lungo riposo, sognarono i novellisti che la repubblica di Genova fosse in trattato di vendere quell'isola alla Francia, o di permutarla con qualche altro Stato, o di darla all'infante di Spagna don Filippo genero del re Cristianissimo.

Tutto ciò che di più grande, di più alto, di più santo, imaginarono, sognarono, soprasentirono gli uomini, tu lo richiamasti al tuo pensiero, per adornarne la sorvolatrice della nostra via, la compagna dell'amore.

Despine, Elam, De Metz, Moutesinos, Brockway calcolavano tanto sull'influenza del loro punto d'onore, da lasciarli quasi liberi al lavoro sulla parola, ed uomini feroci, cui 20 guardiani appena avrebbero bastato a frenare, non sognarono pur di fuggire o al caso ne furono impediti dai compagni.

E qui seguita la descrizione così piena di sentimento familiare, che il Berni e tutti i berneschi non sognarono mai.

una pena da inferno mai prevista, mai sognata.

Una città d'oro, stanza di beatitudine, sognarono gl'indiani;

Chi sa quante anime innamorate di solitarii e di reclusi lo sognarono nelle ore di estatica contemplazione, credettero d'intravvederne gl'immortali splendori nello spettacolo d'un tramonto pomposo!

I racconti meravigliosi concernenti l'India e l'Etiopia indussero taluno a porre in quelle remote regioni la terra sognata, mentre certa comica bizzarria d'umore e certo gusto del paradossale, non disgiunti talvolta da intenzione satirica, indussero altri a fare della descrizione di quella terra un tessuto risibile d'ingegnose fanfaluche e di argute panzane.

Sognarono alcuni eruditi del secento che l’Annunziata de Catalani in Messina fosse stata, in origine, mausoleo d’un supposto Messala, re di supposti Alamidi;

A quando a quando sussultavano e gemevano come se già sognassero.

Sogniamo di esser buoni, sino alla morte:

sogniamo di amare, sino alla morte.

Sogniamo, sino alla morte, non di esser felici noi, ma di render felici quelli che amiamo!

Chè il Foscolo ebbe tutto il tempo di vita sua il desiderio, e dirò pur l'ambizione, di uno di quegli amori smisurati, fatali, mortali, che tutti i romantici sognarono;

È noto di che fervido culto i più dei romantici onorassero il medio evo, e come parecchi di essi sognassero di farlo rinascere.

Così in varie truppe uniti andavan cercando questi sognati avvelenatori, ed avendo incontrati due soldati del Torione del Carmine (affin d'attaccare brighe, che poi finissero in tumulti) avventaronsi sopra di essi, imputandoli d'aver loro trovata addosso la sognata polvere.

Vidi la mia vita, non so, col senso che non esistesse più, come sognata....

essa decisamente si era sognata che il matrimonio fosse tutt'altra cosa.

Una nazione sminuzzata in tante parti, e perciò esposta al disprezzo e al ludibrio del mondo vide costituita in un corpo solo, potente, rispettata, come lo fu nei bei tempi di Roma, come la sognarono i grandi italiani di tutte le età.