Inspirassion

Scegli parole eleganti
563 frasi di esempio con  ti prego

563 frasi di esempio con ti prego

«I ti prego che per me prieghi quando sarai».

Però ti prego, dolce padre caro, che mi dimostri amore, a cui reduci ogne buono operare e l suo contraro».

«I ti prego che per me prieghi quando sarai».

Però ti prego, dolce padre caro, che mi dimostri amore, a cui reduci ogne buono operare e l suo contraro».

«I ti prego che per me prieghi quando sarai».

Però ti prego, dolce padre caro, che mi dimostri amore, a cui reduci ogne buono operare e l suo contraro».

"Adesso dunque che tu sai le cose com'elle sono, e punto per punto, fa in modo, io ti prego di porre un argine a tutto questo flusso di calunnie e dicerie che vengono ad accumularsi sul mio capo, e procura sovratutto che continui a durare intemerata la fama della virtù della Ginevra;

Io non comprendo come ciò siasi potuto far publico per tutta Milano, e conducendomi l'esperienza mia a dubitare che ciò sia al tutto una falsa diceria, ti prego a confidare al portatore della presente ciò che ti parrà meglio a scarico d'ogni mio timore.

Giselda, ti prego... Ma gli è che tu mi sollevi da un peso... da un peso... La mia borsa non è quella di Rothschild,interruppe Tristano, che forse voleva mettere, come suol dirsi, i punti sugli i;ma infine che cosa ti occorre?

Ti prego di moderarti,osservai.

Ti prego quindi di pazientare finchè abbia dati gli ordini necessari.

Tu, ben ti prego, ad Ottoman fa fede, Ch'io non morii dando la fuga al piede.

«Affine di non essere vinti mai dalle tentazioni, stornati dal nostro proposito, ti prego, facciamo insieme voto di perpetua continenza.

però ti prego, ti sconsiglio:

se son io che ti prego! Oh, non dicevo per questo;rispose il giovane.

Solo ti prego che tu non abbia a scordarti di me.

Ti prego di lasciarci soli.

Ti prego....

"Però ti prego, o senza-corni, stendi La mano alla mammella E un po' del latte mio spremi a ristoro Della riarsa sete: Chè più del pane è dolce Il beneficio che si rende altrui.

Luisa, ti prego, non piangere, non dirmi queste cose....

Basta, ti prego.

Ah non io, ti prego:

Ti prego... Vieni con noi!

Ti prego, ti prego, Tito:

Ti prego, ti prego, Tito:

E ti prego di non ridere così!

solo ti prego di una grazia, e ti scongiuro a non rifiutarla alla nostra antica amicizia:

nondimeno ti prego, aspetta che aggiorni.

Al contrario, io ti prego di acconsentirmi questo sfogo dell'anima che la legge mi impone, perocchè io sappia che l'uomo non può gustare, nelle braccia di una donna, tutta intera la voluttà dell'amore, quand'egli non sia ben certo che questa donna non abbia mai appartenuto ad alcuno... E potrei io dubitare della tua illibatezza?esclamò l'Albani trattenendo la giovinetta con dolce violenza.

Ma ora, per abbreviare le formalità dell'esame, io ti prego rispondere alle poche domande che sono per indirizzarti:

ti prego di salire un istante sul mio pulpito...

... Lidia, ti prego in ginocchioni, dalla tua felicità (se ti ricordi di me) mandami un poco di pace!

In nome di questi delirii, di queste baldanze, di questi scoraggiamenti, in nome dall'Anima che è trasfusa in queste povere carte, in nome di Dio, mamma, ti prego, ama la mia Lidia, provvedi a lei, tienla con te, sorreggila, amala più che se fosse la tua Maria o la tua Sofia!

Dio mio, un anno solo, un mese solo, un giorno solo di quella felicità santa, piena, immensa che acquieti l'anima mia, un giorno solo, Ti prego!

Ti prego ancora, o Vergine, che sai come è l'anima mia....

Eppure ti prego ginocchioni:

Ti ho fatta preparare la stanza d'angolo che godeva la povera mamma e ti prego, se non vuoi che vada in collera, di comandare come se fossi in casa tua.

Pianta, ti prego, una carota sulla mia tomba.

È già troppo ch'io ti prego....

Già non me ne importa affatto... Ed ora che siamo soli ti prego d'un piacere.

Ancora una volta, Giulia, ti prego di non tirar in campo l'argomento del matrimonio... Tu hai le migliori intenzioni del mondo, ma mi fai molto male.

Ti prego, non parliamo di nessuno dei due.

Per quanto so e posso, figliuola mia, ti prego, ti riprego e ti scongiuro, magari mettendomi in ginocchio:

QUARTO CANTARE 1 Benché pe' templi i' t'abbia, Signor mio, tanto pregato, ch'io me ne vergogno, ancor ti prego, onnipotente Dio, che mi soccorra, ch'i' n'ho gran bisogno;

Non ho che una parola e per mostrarti quanto la mia risoluzione sia irrevocabile, ti prego ad effettuare il matrimonio al più presto possibile.

ti prego a scusarmi, o mascherina.

Ti prego dunque di disimpegnarmi dalle formule dell'etichetta diplomatica;

Non continuare, ti prego, cognata dolcissima;

Non fare la sciocca, ti prego.

Ti prego, siediti.

Più! Più! Taci, ti prego....

Ti prego! NICOLETTA.

non lo dire al babbo, ti prego.

Maria, ti prego, non farlo, lo racconterà alle compagne e rideranno di me.

Ti prego, babbo, se vedessi come hanno sofferto;

Ti prego, ti prego, andiamo via.

Ti prego, ti prego, andiamo via.

Non saprei, Zaeli, non saprei... ah ti prego, non guardarmi così! quando ti dico di non aver nulla!

e ti prego di non prendere la cosa in celia, poi che non ci fu mai vittima più vittima di me, che mi tocca di sentirmi isolata in casa mia, fra il babbo sempre fuori e la zia che non mi capisce e che io non capisco.

Stranier, caro stranier, per questa almeno Secreta ambascia, che m'affanna e preme, Deh! per questa ti prego alma soletta, L'onore, il pianto, i sogni miei rispetta.

ti prego!

Tu rimani, ti prego:

Ti prego, ti scongiuro!

No, ti prego.

Ti prego poi di non andare a blaterare di queste cose al Caffè Vasco.

Tu non sai di che si trattaFabrizio, ti prego colle mani giunte, non mi ricusare.

Ti prego, lascia stare.

Ti prego di no.

Ti prego di non insistere.

Ti prego di lasciarmi dire.

Abd-el-Kerim, ti prego, ritorna in te, allontana questi sospetti che per me sono altrettanti pugnali che mi straziano il cuore.

Un giorno noi fummo amici, fummo come fratelli, poi fra noi sorse una donna fatale per entrambi, che scavò un abisso immensurabile... Non ti domando di chiudere questo abisso poichè so che sarebbe impossibile, ma ti prego di colmarlo per dieci soli minuti... e ti giuro che non ti pentirai di aver fatto ciò.

Ti prego, ti supplico, mio buon amico, accompagnami da lui.

Ti prego di credere che sono compostissimo.

Ti prego ad essermi secreta.

Però ti prego non invidiarmi cosí dolce e felice morire!

però ti prego che non cerchi ingannarmi con farmi restar in vita, ché privandomi di ciò mi privaresti di una giocondissima morte e col volermi esser pietosa m'usaresti opra di crudeltade.

Figlia, ti prego per quello latte che asciugasti dalle mie poppe, per quei dolci travagli che ho sofferti in allevarti e nudrirtigiacché tu non conosci tua madre, ch'io son stata la tua balia e la tua madre,che tu non corri con tanta furia.

Comunque sia ti prego a non lasciar avvicinare tanto quei ragazzi al fuoco, perchè non succeda qualche sventura.

Ma ti prego, mio Cirillo, non facciamo melensaggini.

, ascoltami, ti prego.

Ti prego, no, ti prego!

Ti prego, no, ti prego!

Ti prego, risparmiami.

Basta, ti prego.

Basta, ti prego;

Ti prego, spiega meglio.

Ti prego, non mi girare così intorno:

, ti prego, ch'io ti porti dove sono i frutti selvatici;

Allontanati, ti prego.

Presto, ti prego.

Ti prego di parlare con franchezza,disse Folco,-di esporre tutto il tuo pensiero....

E perché delle pene, che debba portare il proximo mio, io per li miei peccati ne so' cagione, però ti prego benignamente che tu le punisca sopra di me.

E però ti prego, divina etterna caritá, che tu facci vendecta di me e facci misericordia al popolo tuo.

Vedi, Mattia, è in nome di lei ch'io ti prego;

come quasi? Se tu non hai nessuna difficoltà, ti prego....

p. 31 Però ti prego pel carro ove siedi e per l'amor che porti all'alto Iove, 30 che la corona bella a me concedi.

Forse Dio il fe' che alla tua festa vegno: per lui ti prego, o alma dea selvaggia, che non mi scacci e che non m'abbi a sdegno.

Però, ti prego, alquanto tu favella a dea Iunon ch'io stia sino alla festa, che ogni anno, come sai, si rinovella.

Per quella cortesia, che 'n te risplende, ti prego che di qui ti parti alquanto, 150 ché tua presenza sospette ne rende.