Inspirassion

Scegli parole eleganti
198 Verbi da utilizzare per la parola  corna

198 Verbi da utilizzare per la parola corna

Io ti darò un susorno; altro non mi sai far che triste augurie; e grida al postiglion che suoni il corno, sferzi i cavalli, ed entra nelle furie; e benché porti una gran febbre intorno, non lascia le minacce l'ingiurie, ma alfin la febbre d'una buona razza basta a frenare anche una donna pazza.

ma io senti sonare un alto corno, tanto ch’avrebbe ogne tuon fatto fioco, che, contra la sua via seguitando, dirizzò li occhi miei tutti ad un loco.

Narrò Rugger a Carlo e cinque e sette bricconerie del guascon ch'io non dico, le corna di Terigi e di Marfisa e il disonor della magion di Risa.

Quel Serican si pone il corno a bocca: rimbomba il sasso e la fortezza in cima.

e di rumor n'empì, suonando il corno, e Francia e Spagna e le province intorno.

Perch'a l'orgoglio de l'iniqua gente, Ei pugnando la giù, fiacchi le corna, Seco gli Angioli fian, cui data è cura E di Lui stesso e de le rodie mura.

ed hai animo di aspettarmici, sappiendo che m'hai fatte le corna?

noi dobbiamo essere su qualche altura prima che il sole metta fuori le corna.

lo vedo in quelle sue veglie febbrili, ch'egli descrisse così potentemente, quando di lontano, nel silenzio della notte, sentiva squillare il corno di Silva ed echeggiare il grido di Gennaro;

Per entro i colli rintronano i corni Terror del cavriol, mentre in cadenza Di Lecco il malleo domator del bronzo Tuona dagli antri ardenti;

«Si metta un corno addosso, se crede alla iettatura,» suggerì Berna.

Del mondo, ch'è ciarliero, non me ne importa un corno....

Quand elli ebbe l suo dir così compiuto, la fiamma dolorando si partio, torcendo e dibattendo l corno aguto.

50 Se costei tolse a Biagio quel suo corno, prima gli tolse la borsa e 'l tappeto, e fecel disperato andare a torno.

i primi fanno passar le corna prodotte da' secondi.

«Io l'ho pur sempre detto,» diceva uno di quei prodi, «che il destino è ben secondo a Venezia se pur dopo tanto tempo si è finalmente determinata a dare il corno ducale a chi in un'occasione la può difendere col proprio braccio.

Non tardò ad accorgersi dalle mosse e dall'ordinanza del nemico, che questi si aspettava e desiderava, ch'egli assalisse il corno sinistro.

Quel che giacëa, il muso innanzi caccia, e li orecchi ritira per la testa come face le corna la lumaccia;

... Ci rompiamo le corna, ma stammo sempre in pace... per solidarietà!

Aveva egli l'entrata in questa penisola gagliardamente fortificato con fossi e trincee, e teneva il suo sinistro corno volto al golfo di Wallabond, ed il destro era assicurato da una palude presso un luogo chiamato Gowans-Cove.

Signori, ora comando io, e chi alza le corna, legnate!

usanza vecchia dei Francesi, i quali, a mo' degli antichi sacerdoti, dorano le corna ed ornano di fettucce la fronte della vittima, prima di darle della scure sul capo.

Davanti a quel fermo proposito, il genio maligno taceva, quasi umiliato, e ritirava le corna.

* * * Curiosa davvero, che a distanza di venti miglia due coniugi possan vedere i corni di Canzo, e non quelli ch'essi portano in testa! * * * Se è vero che tutti gli uomini alto locati sono degni di omaggio, convien far di cappello a quanti pendono dalla forca.

La bestia formidabile abbassò le corna ed irruppe contro il panno rosso.

Ond'ella cominciò a fargli mansuetamente le corna con i suoi giovani amici eleganti, scegliendo quelli che sapessero ballare con più grande vertiginosità.

Giù nello inferno, ornamento ed arme, mostrano i diavoli le corna;

Ma quando a quella prima scala succedette la seconda, e a questa la terza, e alla terza la quarta, di cento scalini ciascuna, allora si cominciò a tirare un poco indietro le corna dell'orgoglio, come face la lumacia.

cui poi vende de' fichi, che fan venir le corna;

Mi ripugna di aggiungere un corno all'argomentazione, e di crederli sciocchi.

40 E quasi su nel cominciar del giorno trovai un mostro, maladetta fera, coll'arco in mano, e avea al petto un corno.

Quel che giacëa, il muso innanzi caccia, e li orecchi ritira per la testa come face le corna la lumaccia;

ora un ferro rovente introdotto negl'intestini mercè un corno bucato, come Eduardo II;

... Quasi!rispose l'altro con un vocione brusco brusco, mettendosi il corno del bastoncino sulla bocca per nascondere uno sbadiglio.

Odendo il corno, l'Argalia levosse, Ché giacea al fonte la persona franca, E de tutte arme subito adobosse Da capo a piedi, che nulla gli manca;

Pazienza un corno! brontolava il signor Astolfo, cui finalmente riuscì di portar la cagna nella camera da desinare, Un danno grande! per colpa di quel gatto senza cervello!

vestiva giubboncello giallo, fino poco più sopra al ginocchio, stretto alla vita con larga striscia di cuoio nero, dalla quale pendeva il corno, e scaturiva l'impugnatura del pugnale;

quello dei giardinieri portava un corno di abbondanza;

poi si calò ne l'antro, e prima prese il corno, avendo ogni sua speme in quello.

Il Colonna, mentre aspettava impaziente i soccorsi domandati e con amaritudine immensa vedeva freddarsi la caldezza delle sue milizie, sente il corno che gl'intimava ritrarsi;

Ma non anche tu dormi in Broceglianda tra i mirti intonsi, a' lai de' rosignoli, poi ch'io suono il fatal corno d'Artù.

» «A lui tosto un corno da caccia!» gridò Locksley «affinchè ei possa fornirne prove di sua abilità.

Abbi pur quel che tu m'hai domandato! E colui disse che voleva un corno, ched ogni volta che l'abbi sonato sian dieci squadre quivi, ognun armato.

Però se inimico vi s'è facto, d'amico ch'el vi fusse, voi l'havete indocto a così fare, continuando nel concepto odio verso l'Apostolica Sede, contra la quale erigeste le corna a tempo della sancta memoria de Julio, ch'anchor lui nell'initio del suo pontificato ve amò et gratificò, et era compatre del sig.

anzi non ci riescono il più delle volte, e il toro pianta le corna nella pancia del cavallo, e il picador cade a terra.

I buoi muschiati, al contrario dei bisonti americani che si lasciano massacrare senza quasi mai rivoltarsi, sono ombrosi come i bufali indiani, e se si credono minacciati caricano con furia irresistibile, a testa bassa, presentando le loro formidabili corna.

non saperò io raffrenar la ferocità de montoni col perforargli le corna vicine a gli orecchi?

Allora, per placare la sorte, cercò di raumiliarsi, di ritrar le corna in dentro, di farsi mansueto e pieghevole.

e il toro a dar dietro or all'uno ora all'altro, a inseguirli fino alla barriera, e a picchiar cornate contro gli assiti, a scalpitare, a far capriole, a muggire, a riconfiggere le corna, passando, nel ventre dei cavalli morti, a far degli sforzi per saltare nella corsia, a correr l'Arena da tutte le parti.

Passata la paura, dopo che le condanne dei tribunali erano fioccate peggio della grandine, colpendo un po' alla cieca, come sempre avviene in simili casi, i furfanti rimettevano fuori le corna, si davano l'aria di sacrificarsi riprendendo in mano le redini del Municipio.

Bisogna andar sempre fra la gente per farsi rintuzzare le corna dell'orgoglio.

cioè gli Ubaldini, la cui arme eran due corna di cervo.

Vide che in Filinoro gli ritorna occasion da tirar fuor le corna.

in bene altra guisa avrebbe il Tevere del fisco ritorto le corna verso la sua sorgente.

«Ma! sospirò Marta facendo spallucce, in guisa che parve una chiocciola che ritraesse le corna nel guscio.

Vedete il re Francesco inanzi a tutti, che così rompe a' Svizzeri le corna, che poco resta a non gli aver distrutti:

Contro di noi, vedrai, ti romperai le corna...» Pierino osò obiettare che la guerra, lui, proprio lui non l'aveva affatto voluta, e che aveva la coscienza tranquilla.

questi abbassa la testa per dargli le corna nel ventre, quegli gli pianta le banderillas nel collo, una di qua e una di , e con una rapidissima giravolta si salva.

Comunque, una sola cosa mi auguro, che non si avveri la profezia di Soffici l'ho tanta paventata che mai osai formularla andare in Albania a romperci le corna ancora contro Enver Bey.

Sarà difatti noto a tutti gli avicoltori che questa graziosa razza inglese offre il vantaggio di potere unire sempre diversi galli, magari con un numero inferiore di galline, senza punto temere che quei compiacenti mariti abbiano a rompersi reciprocamente le corna per la gelosia.

e vi sareste risparmiato a voi l'incomodo d'alzare il bastone, e a noi il rischio di rompervi le corna.

Allora i capeadores accorrono, e mentre il toro sbarazza le corna dalle viscere della sua vittima, gli agitano le capas sugli occhi, lo distraggono, si fanno inseguire, e lasciano in salvo il cavaliere caduto, che i chulos vanno a soccorrere, per rimetterlo in sella se il cavallo regge ancora, o portarlo all'infermeria, se si è sfracellata la testa.

dalla fronte gli scappavano due corna, a somiglianza di quelle dei capri ritorte:

per tornar poi a migliore stagione, con più formidabile apparecchiamento, da schiacciar sotto i suoi piè le corna dei protervi ribelli[10].

Ora nessuno può fare ad Aloise il torto di credere che egli, con quello ingegno che aveva, se si fosse posto a meditare un tratto su quel dirizzone, non avrebbe durato fatica a scorgere le corna del pregiudizio.

l'animale furibondo, sprofondò le aguzze sue corna nel petto di lui, poi, sollevatolo non ostante gli spaventevoli contorcimenti, lo sbattè furiosamente contro la palizzata.

Ma poiché in Italia, a giudicare da qualche cenno giá apparso, non v'ha difetto intero di buona filosofia, io prego che un libro sia composto finalmente qui tra noi, il quale non tratti d'altro che di questo argomento, e trovi [p.22] modo di appianar tutto, di confermare nel proposito i giá iniziati, di rincorare i timidi e di spuntare con cristiana caritá le corna ai pedanti.

Quando infine lo squarcio fu così vasto che il toro potè strapparne le corna divenute orribilmente rosse, tosto i «capeadores», agitando mantelli, riuscirono ad allontanarlo dal cavaliere disarcionato.

Suonerò il corno.

Farai pur come colui che si toglie le corna di seno e se le mette in capo.

37 Come lupo o mastin ch'ultimo giugne al bue lasciato morto da' villani, che truova sol le corna, l'ossa e l'ugne, del resto son sfamati augelli e cani;

i leoncin che veggion per la sabbia come altiero e mugliando animoso erra, e veder gran corna non son usi, stanno da parte timidi e confusi:

chi quello di Umbertino da Carrara, il quale, oltraggiato nella moglie da Alberto della Scala, alla testa di moro che portava per cimiero fece aggiungere corna d'oro, e poco andò che, per suo maneggio Padova fu tolta agli Scaligeri.

Poi se vedeva apresso incontinente Nato Alessandro, quel fanciullo ardito, E come dentro ad una gran foresta Prese un destrier che avea le corna in testa.

Più non si mosse allor quel rozzo e brutto Pastor, come ivi alcuno non vedesse, E che securo si trovasse in tutto, O contra a lui un fanciullino avesse; E mossessi il gran tor, quale era instrutto, Che se in lor danno alcuno si movesse, Debbia quel toro cum le corna urtarlo, E cum quel colpo occiderlo o atterrarlo.

Monsignor lo duca ha seco valenti capitani, e non può fallire che egli fiacchi le corna a questo altero lucchese.

Taci e fa' rumor manco che puoi, acciò le corne che avemo nascoste in seno, non ce le ponghiamo in fronte, e altri imparino a nostre spese.

per bollare il prossimo nemico adoperava il corno inglese così come usava l'ottavino quando parlava a Spadarella.

Poi che si tacque il corno, e che da questo loco la bella coppia fu distante, guardò Ruggiero, e fu a conoscer presto quel che fin qui gli avea nascoso Atlante:

Il nemico allungò il suo corno sinistro e fece una punta ad Isernia per foraggiare, per suscitare partigiani negli Abruzzi, e per contrastare il passo all'esercito del nord.

45 E quindi scenderà nel ricco piano di Lombardia, col fior di Francia intorno, e l'Elvezio spezzerà, ch'invano farà mai più pensier d'alzare il corno.

Lo ha fatto per amore... Amore un corno!

Prima n'avea sottomesso un vaio e molte gioie, auditor mio discreto, che valean quelle cose un gran denaio; e poi vi misse, senza far soggiorno, quella borsa di Biagio ed anco il corno.

Anch'egli allora animò il corno, e fe' rimbombar la foresta de' tuoni medesimi che gli aveva insegnati Locksley.

Anche ci àe altre bestie che ànno uno corno nella fronte, e altre che n'ànno due, l'uno torto verso la fronte, e l'altro verso lo collo.

Trasse Agricane sua persona sola Fuor della schiera, e con molto ardimento Pone alla bocca il corno e suona forte:

E schiacciare col tacco la testa a quel ranocchio di suo marito, che se ne stava seduto dal barbiere, col bastone fra le gambe, a pigliar tabacco e a sentirsi crescere le corna! Anna!

Disponendo le legioni in forma di semicerchio, avanzò i due corni verso il Danubio, e volgendoli a un tratto verso il centro, circondò la retroguardia dei Germani.

L'altro, tastandosi il corno che il Gesuita gli aveva fatto nella fronte, rispose: Amatissimo in Christo frater, va bene che voi vi sprofondiate a salire presto le scale del paradiso, ma bisognerebbe badaste più a scendere quelle del mio palazzo, e ciò moltissimo per amore del vostro collo, ed anco un po' per amore della mia povera fronte «Che nuovi allori ormai merta o spera,» come cantò il Poeta.

Pan bagnato un corno!

Tiensi la spada e 'l corno, ancor che solo bastargli il corno ad ogni risco deve.

Bisogna bene... Bisogna un corno!

Hai capito un corno, abbi pazienza.

Giovanni Andrea Doria capitanava il corno destro con cinquantatrè galee, ed ebbe insegna verde attaccata alla punta dell'antenna.

Uberto, se tu porti vittoria su questo millantatore, io colmerò di monete d'argento il corno da caccia assegnato al vincitore.»

51 E come giunse nel pian, s'accamporno presso alla terra dove egli ha pensato; e cominciava a sonar questo corno, ed ha di molta gente ragunato.

Agostino Barbarigo condusse il corno sinistro con altrettante galee, spiegando bandiere gialle dal calcese.

Fortuna che siamo protetti dalla bandiera francesesi diceva tra noie qui il Reale Governo Italiano non conta un bel corno.

or bene, sopra cotesti due corni è gettato il ponte del Diavolo;

Una de dece homini, fincti nudi, cum un velo a traverso, il capo capillato di stagnolo, cum corni de divicia in mano, cum quatro dopiroli accesi dentro, pieni de vernice, quali nel movere de li corni se avampavano.