35 Verbi da utilizzare per la parola davano

Ma questo perpetuo vituperare che voi fate vostro padre, non vi ha recato altro che danno... E come lo vitupero io?

La seconda sorte ha tal dote, che col solo odore ricercano i caualli, le fiere, gli vccelli, & che più i pesci ancora tra gli scogli sotto lʼacqua perseguitano talmente, chʼeʼ danno non piccolo spasso à i loro padroni.

A Berlino, il soldato Laerke essendo di fazione, ferisce gravemente 2 operai, i suoi superiori lo colmano di lodi, gli danno avanzamenti.

Si può credere data in quest'anno la lettera centesima di Alcuino a san Paolino patriarca di Aquileia, dove sono le seguenti parole:

Gioverà qui avvertire una volta per sempre che i fonti migliori, per determinare in un modo meno fallace le date di quanto egli compose negli anni più difficili della prigionia, saranno sempre le sue Lettere del 1606-1607 a' Card.^{li} Farnese e S. Giorgio e al Re di Spagna, alle quali egli annesse l'elenco delle opere fin allora composte;

Dunque, come io vi diceva, la signora Concetta, ora madama Concetta, ed il suo signor consorte (a cui i commessi della casa di commercio da lui stabilita a Malta si levano tanto di cappello) danno feste di ballo splendidissime, hanno lacchè gallonati, nessuno si vergogna a praticarli, sono ammessi nelle migliori società.

e come è detto, Donato la dia abozare per una figura di cinque braccia, e dia detti dua ducati che io gli ò dati di caparra.

ed essendo le lor forze piccole, sempre furono impediti da fiesolani e da certi nobili uomini d’attorno, li quali estimavano la reedificazion di quella doversi in lor danno convertire, come poi avvenne.

Che se la bellezza o l'ingegno espongono le posseditrici a più tentazioni, elle danno forse più forza da resistervi.

A 8 el podestà de Ravena mandò do cittadini in campo, a star a le spalle de quelli Signori, a ciò non facesseno danno su ditto Ravenese: et questo fo molto a proposito.

Era evidente che i bagni di mare facevan danno a Cecilia:

Camminando in disparte degli altri, e allontanatosi dalla Ginevra, fisso in un pensiero unico, guardava macchinalmente il fiume Liro che tra immense frane impedito discende e cupo romoreggia, e le cime altissime de' monti da cui le nevi disciolte nella state si versano in cascate e cascatelle innumerevoli, le quali danno alla valle una voce particolare, potente, nella sua grave monotonia, a vincer l'anima di mestizia profonda.

appositi maestri (lanistæ) insegnavano anche a liberi e cittadini il dar morte e riceverla in modo di divertire il popolo sovrano.

Queste doppie lettere danno per altro un certo che di barbaro ai vocaboli che sono più fedelmente traslatati.

Confuteremo alla rinfusa i suoi errori, con mettere sotto l'occhio del lettore le semplici date de' tempi, seguendo le tracce del Mosemio, che non può essere a lui sospetto, come quegli, che gli ha fornita lo maggior parte della materia, onde ha empito questo capo.

et questo perchè, portandosi bene, vien fatti cavalieri, et datoli provisione perpetue, morendo li danno a loro figlioli.

La costanza di questo principe fece mutar pensiero a Saladino, che niun danno per questo inferì al vecchio marchese.

ovvero se fosse più accettevole partito il dar dentro a capo all'ingiù, e tentar la fortuna di una giornata determinativa.

Questi Essiani naturalmente feroci, per niente avvisantisi di umanità, di non umanità, nissun modo conoscendo, che violento non fosse, altra sorta di guerra, che quella di ridur tosto col maggior possibil danno pubblico che privato il nemico a divozione, non mettevano nissun freno alle voglie loro, nissun fine alle devastazioni.

Il saggio principe, che non volea ne' principii irritar troppo, e muovere a sedizioni l'immensa moltitudine dei pagani, con opprimere le loro benchè sciocche usanze, permetteva loro quelle stoltezze, giacchè di non proveniva verun danno al pubblico, benchè sia da credere ch'egli se ne ridesse, e le detestasse ancora in suo cuore.

LXVI Qual per noi danno unqua maggior, quali onte, Che s'a' Turchi de l'Asia il fren si tolle? O che se mai del Vaticano il monte Suo nome in Asia, e la sua legge estolle?

vi hanno voluto trovare la proibizione di proferire il tetragramma fuori del tempio, perchè al verbo rammentare danno il significato di menzionare, quindi proferire, e il nome divino è per loro soltanto il nome per eccellenza, il tetragramma.

Ci sia permesso di ravvicinare e porre in confronto alcune date storiche, onde rimovere il sospetto d'aver scelto ad arte le occasioni di combattere la temporale autorità dei pontefici, d'averla giudicata dagli abusi che la macchiarono, d'aver posto l'eccezione all'altezza della regola.

Il candidato era obbligato di giurare tanto avanti la licenza che la laurea di avere studiato il tempo prescritto e di non recar danno giammai all'università agli scolari, e di obbedire al Rettore e agli statuti.

Se le altre Potenze accettano i decreti beylicali e non reclamano, nulla danno alla Francia perchè non è leso alcun loro diritto.

35 Verbi da utilizzare per la parola  davano