Inspirassion

Scegli parole eleganti
46 Verbi da utilizzare per la parola  giostra

46 Verbi da utilizzare per la parola giostra

, voltando sentirei le giostre grame.

Dove sono i figli dei prodi cavalieri, sempre pronti a ferire torneamenti e a correre giostre in onore delle dame?

Poi, d'improvviso, con un gesto di malizia ricominciava la giostra.

Così per quello, come per la sua cavalcata e per sua presenza, in parte furo placati, e incontinenti incominciare a levare la silicata della piazza della Sellaria, e spianare lo terreno, come se ci volesse far la giostra, e la strata restò longa e dritta et eguale dal Capo de lo Pendino fino a lo pede della via di Pistaso.

Il signor Consalvo ha bandito una giostra, una caccia di tori, e commedie e balli e desinari:

Non già che ne' suoi colloqui colla contessa egli non avesse simulato di voler tenere la giostra;

e chiamala «giostra», percioché a similitudine deʼ giostratori sʼandavano a ferire e a percuotere insieme.

Lo sguardo della donna è sprone alla gloria, si potrebbero comprendere le giostre dei tempi cavallereschi senza la presenza incoraggiante delle dame che assistevano ai combattimenti, e ricompensavano i prodi vincitori.

L'errore nacque dal confondere la giostra di Lorenzo con quella di Giuliano.

Un giorno questo popolo si affollò dietro al carro trionfatore trascinato dai re della terra, quindi negli anfiteatri a contemplar le sanguinose giostre dei gladiatori, e gli urli de' suoi schiavi morenti, lacerate le loro carni dal leone o dalla pantera.

Sul nascere dell'aurora, un cielo puro e sgombro di nubi presagì bellissimo giorno, e già scorgeansi sulla pianura i più solleciti fra quegli spettatori che d'ogni banda si trasferivano al torneo, ansiosi di occupare le sedi più adatte a contemplare in ogni lor punto le giostre cavalleresche.

Rapresentando a canoscenza vostra meo doloroso mal, grave, diverso, sono mosso, facendo vo' alcun verso, responsion volendo vi dia giostra, a ciò che la vertú che 'n voi enchiostra, mi dia consiglio in che dir vogli' or verso, ché conobbi per vero bianco il perso, per ingannevil fatta mi fu mostra.

82 De la giostra era il prezzo un'armatura che fu donata al re pochi inante, che su la strada ritrovò a ventura, ritornando d'Armenia, un mercatante.

Secondo lui le Stanze furono composte fra il 1476 e il 1478, e forse anche descrivono un'altra giostra data in Firenze nei primi del 1478.

indi entrato in Polonia giostra, et in premio Doralice figliuola del Re, in moglie ottiene.

Di poi gli è un teatro bellissimo e di molta altezza, tutto di pietra viva, cosa molto vaga da vedere, nel quale li Palatini se ne servivano per farvi le loro giostre e tornei.

e perciò fe' bandir per quel paese, che faria un'altra giostra indi ad un mese.

6 Mio patre fe' in Baiona alcune giostre, esser denno oggimai dodici mesi.

E, s'egli è vero quel che il cantar mostra, piú e piú volte d'amor feciono giostra.

Due pupille spòrgono come a ranòcchia e girano, e fanno girare la giostra dei fanciulli.

Ettore che era per entrare, si rattenne sul piè di dietro per non toccar qualche sfregio, e guardava sorridendo questa pazza giostra, che l'altro seguitava non accorgendosi di essere veduto.

«ed il pretio de illustrata giostra per egregia virtute hebbe Galeazzo Sanseverino e Giberto Borromeo».

Per l'Italia nostra Corse, levando impetuosi gridi, Una pallida giostra Di poeti suicidi.

Già sono in punto, ed altro non s'aspetta ch'un alto suon che lor la giostra accenne.

Fra le altre solenni feste il re stesso accompagnato da donno Alfonso d'Este, principe ereditario di Ferrara, da Francesco duca di Lorena e da Iacopo duca di Nemours volle per tre giorni mantenere una giostra, esercizio cavalleresco, di cui egli sommamente si dilettava.

19 Ed ordinò la giostra di tre giorni, E che frattanto se ne desse parte Non sol nel vicinato e ne' contorni, Ma alle genti remote;

Tornamo a Carlo Magno, che procura Ordir la giostra, e chiama il conte Gano, Il duca Namo e lo re Salamone, E del consiglio ciascadun barone.

Questa posta tu la puoi far occulta,d'omne gente nascosta; passa questa giostra,nullo pensar facciamo; se piú lo 'nduciamo,tosto porri' empascire.

E' dice che vedendo ne' suoi tempi in ogni altra cosa felicissimi, e Napoli tanto abbondante di Cavalieri illustri, ed atti all'armi, ed all'incontro la difficoltà, che saria di porre in ordine una giostra;

ed egli smise di scrivere soltanto allora che si preparava la giostra del 75, in cui spettava a Giuliano il trionfare.

e se ti talenta che ricominciamo insieme la giostra, potrò farti vedere...» «Zitto !» sclamò Locksley «zitto ! abbiam sul tappeto altri affari.

ogni borghese cominciò a riguardar la sua giostra che senza dubbio non era più tanto pericolosa come una specie di onesto passatempo, e Franco Sacchetti ci ha conservato il ritratto, estremamente comico, di uno di questi giostratori della domenica.

In questo luogo medesimo, che era sterrato e ben adatto, doveva seguire la giostra;

al vostro stil, dov'io ch'al mondo imparo a riverir la chiara virtù vostra, ch'oggi solinga l'universo giostra non trovando di lei pregio più chiaro;

Egli si era partito dall'arena appena terminata la giostra, e vi fu chi 'l vide avviarsi ver la foresta con quella lentezza e quei non curanti modi, che gli ottennero il soprannome di Neghittoso Nero.

Io terrei la giostra con più di baldanza!

guardate questa povera signora che si muor di voglia di veder la giostra e siam giunti tardi... Zoraide accorgendosi che il giovine cui si dirigeva questa preghiera mostrava in certe sue occhiate fulminanti più che buona volontà di trovarle posto, punzecchiava Gennaro che stesse cheto;

[308] Vedi La Giostra di Giuliano, nel mio libro Florentia (Firenze, Barbèra, 1897) a pag. 391-393.

Dal lato opposto alle porte per le quali si entrava, sopra uno zoccolo fasciato di velluto cremesino sorgeva un'asta su la quale era attaccata una bellissima armadura, e a piè dell'asta stavano disposte quattro coppe piene di bisanti d'oro, in premio di chi avrebbe vinto la giostra:

Avrebbe voluto accettar subito la giostra.

ma per costei non mi tener cieco, che solamente far voglia una giostra.

In quel mentre, Chiara Stella fece, che Fiorindo anco lui addimandasse di giocar la giostra.

Già se apressava quel giorno nel quale Si dovea la gran giostra incominciare, Quando il re Carlo in abito reale Alla sua mensa fece convitare Ciascun signore e baron naturale, Che venner la sua festa ad onorare;

che tutti i giorni dopo il mangiare si aprirebbe una giostra, i tenitori della quale erano i Monsignori Conte Guido Monforte, Guglielmo lo Stendardo, Boccard e Giuan Conti di Vandamme, Piero di Bilmont, Mirapoix il Siniscalco, Giuan di Bresilles, e Ludovico Jonville;

»A male brighe, che il Re del Portogallo gli ebbe in nelle mane questa falsa lettera, bandì la giostra per tutto il Regno.

Bandisci la giostra e terremo l'invito;